RELAZIONE IMPATTO ACUSTICO

Contatta Sorgedil Isolamenti Acustici
Contatta Sorgedil Isolamenti Acustici
Preventivo Online Insonorizzare Casa
Vai ai contenuti

AUTOCERTIFICAZIONE IMPATTO ACUSTICO

Quando è Ammessa l’Autocertificazione per l'Impatto Acustico? Per l'avvio di una nuova attività commerciale o per la costruzione di un nuovo edificio, la legge pretende dal titolare una relazione di impatto acustico volta ad evidenziare l'incidenza dell'attività sull'ambiente circostante.
Normalmente operata da Tecnici Competenti in Acustica specializzati, la valutazione, in taluni casi, può essere oggetto di un'autocertificazione da parte del responsabile.

Vediamo nel dettaglio cos'è la relazione di impatto acustico e quando è ammessa l'autocertificazione.

Relazione di impatto acustico: cos'è?

Si tratta di un documento volto ad attestare il livello di impatto acustico generato da una determinata attività, o, in altri termini, il livello di rumore e la sua sostenibilità rispetto all'ambiente circostante.

La relazione di impatto acustico è obbligatoria, come prescritto dall'art. 8 della Legge 447/1995, ed è diretta ad evidenziare l'insieme di emissioni sonore che provengono da un certo edificio, adibito ad attività produttive, e la compatibilità di queste ultime rispetto al carico di intensità sonora già prodotta in un determinato territorio.

Tale valutazione viene normalmente richiesta dal Comune o da altri organi pubblici, come nel caso in cui sia stato presentato un esposto contro l'autore di un inquinamento acustico di un certo rilievo.

In particolare, i casi in cui è necessario produrre la relazione di impatto acustico sono molteplici: dalla costruzione di opere pubbliche (strade, ferrovie e così via) a quella di opere private, passando per il potenziamento o la modifica di edifici volti ad uso privato o, più frequentemente, aperti al pubblico (come negozi, discoteche, impianti sportivi) e, in generale, tutti gli edifici volti ad insediare una nuova attività di tipo produttivo o commerciale.

Chi deve redigere la valutazione di impatto acustico?

Chiarito in sintesi cos'è la relazione di impatto acustico, è necessario adesso vedere chi può farla.
Secondo il disegno normativo delle leggi vigenti, il documento in questione deve essere redatto, curato e firmato da un Tecnico Competente di Acustica, iscritto nell'apposito albo tenuto dal Ministero dell'Ambiente.
La necessità di un documento tecnico si spiega alla luce dei diversi interventi di misurazione che è necessario predisporre, passando soprattutto per la perizia fonometrica di impatto acustico.

Inoltre, la dichiarazione di impatto acustico si differenzia a seconda che sia volta ad attestare il livello di rumore già prodotto da una determinata attività o sia diretta a prevedere l'impatto acustico di un'opera futura (in questo caso si parla di relazione previsionale).

Autocertificazione Relazione Impatto Acustico

Quando è ammessa l'autocertificazione di impatto acustico?

Nonostante il livello di complessità tecnica richiesto per la redazione del documento di impatto acustico, in alcuni casi la legge stessa ha previsto la possibilità dell'autocertificazione.

In particolare, il D.P.R. 227/2011 ha disciplinato i casi in cui è possibile sostituire alla dichiarazione certificata di un tecnico la mera autocertificazione, ossia una dichiarazione sostitutiva che può essere prodotta direttamente dall'interessato.

L'autocertificazione di impatto acustico non è altro che un documento al cui interno il titolare dell'attività dichiara che la struttura interessata non supererà i limiti di tolleranza al rumore previsti per quel dato territorio.

La dichiarazione in questione deve essere sottoscritta dal soggetto senza che vi sia a suo carico alcuno obbligo di effettuare misurazioni fonometriche di impatto acustico.

Normalmente, è lo stesso Comune a mettere a disposizione del cittadino un modulo prestampato dove effettuare l'autodichiarazione di impatto acustico.

In particolare, i casi in cui è ammessa l'autocertificazione sono quelli indicati direttamente dalla legge.
Si tratta delle attività a bassa rumorosità individuate dall'elenco compreso nell'Allegato B del D.P.R. 227/2011 (cui si rinvia per il dettaglio), oltre che di quelle attività, non comprese nell'elenco citato, per le quali non si prevede il superamento delle soglie di emissioni di rumore previste dai regolamenti comunali vigenti, come ad esempio i locali commerciali in cui si diffonde musica.

La Regione Lombardia, inoltre, ha previsto con apposita legge la possibilità di presentare l'autocertificazione di impatto acustico quando l'attività interessata è compresa all'interno dell'elenco di imprese rumorose che rispettano talune condizioni.

Pro e contro dell'autocertificazione di impatto acustico

Dal momento che l'autocertificazione in materia di impatto acustico elimina la necessità di rivolgersi ad un tecnico specializzato, il titolare va incontro ad un risparmio di tempo e di denaro.

Ovviamente, può essere opportuno affidarsi all'autodichiarazione nelle ipotesi di attività commerciali o produttive a basso impatto acustico, come nei casi di locali non dotati di impianti di diffusione per la musica o non aperti al pubblico in orario notturno.

Al di fuori di queste ipotesi, può essere azzardato limitarsi ad una semplice autocertificazione, dal momento che il cittadino non è di solito in grado di autovalutare l'effettivo impatto acustico generato dalla propria attività.
Nei casi dubbi, infatti, presentare una dichiarazione sostitutiva di atto notorio può determinare l'insorgere di alcuni problemi.

Si parla, nel dettaglio, delle sanzioni penali per il falso in atto pubblico (fino a due anni di reclusione), oltre che del rischio di revoca della licenza produttiva o della concessione a costruire, senza contare le spese processuali, il risarcimento dei danni, il pagamento degli interventi di bonifica per limitare la rumorosità dei locali e, comunque, l'obbligo di provvedere a proprie spese alla redazione di una relazione di impatto acustico.

E' questo il motivo per cui, normalmente, è bene affidarsi a degli esperti nel settore dello studio dell'impatto acustico.

Sorgedil permette ai titolari di attività e a quanti intendano costruire opere di affidarsi a Tecnici Abilitati, la cui competenza nei diversi settori economici permette di azzerare del tutto i rischi di una autocertificazione di impatto acustico non debitamente compilata.

E' possibile rivolgersi a Sorgedil per ottenere in poco tempo la consulenza di un tecnico abilitato, operante su tutto il territorio nazionale.
Per farlo, basta scrivere una mail, chiamare il numero verde GRATUITO 800.92.60.16; oppure compilare l'apposito form.

Tags: autocertificazione relazione impatto acustico, autocertificazione valutazione impatto acustico, autocertificazione studio impatto acustico, autocertificazione relazione previsionale impatto acustico
PREVENTIVO ISTANTANEO
Tags: relazione impatto acustico, valutazione impatto acustico, studio impatto acustico, misura fonometrica per impatto acustico, perizia fonometrica impatto acustico, misurazione fonometrica impatto acustico, relazione previsionale impatto acustico, impatto acustico normativa, chi fa relazione impatto acustico, quando serve impatto acustico, misura in opera impatto acustico, relazione impatto acustico manifestazioni temporanee, valutazione impatto acustico costo, valutazione impatto acustico bar, valutazione previsionale di impatto acustico quando serve, valutazione impatto acustico officina meccanica, autocertificazione impatto acustico pubblici esercizi, valutazione impatto acustico scadenza, valutazione impatto acustico legge 447/95, esempio relazione impatto acustico bar previsionale, autocertificazione impatto acustico bar, autocertificazione impatto acustico pubblici esercizi, costo valutazione impatto acustico bar, valutazione impatto acustico aziende, esenzione valutazione impatto acustico, rumore antropico bar, valutazione impatto acustico bar, autocertificazione impatto acustico pubblici esercizi, autocertificazione impatto acustico bar, impatto acustico palestra
SORGEDIL - Isolamenti Acustici

  • Ufficio: Lombardia - Cabiate - Via Santambrogio N°17, 22060
  • Ufficio: Lazio - Roma - Via Raffaele De Cesare N°107, 00179
  • Ufficio: Sardegna - Sassari - Via Roald Amundsen 12, 07100
  • Ufficio: Sicilia – Comiso – Ragusa - Contrada Bellona 234, 97013

P.I. 03208620132
Numero Verde. 800.92.60.16
Web site: www.sorgedil.it

Copyright © Sorgedil 2019

SORGEDIL - Isolamenti Acustici
  • Ufficio: Lombardia - Cabiate - Via Santambrogio N°17, 22060
  • Ufficio: Lazio - Roma - Via Raffaele De Cesare N°107, 00179
  • Ufficio: Sardegna - Sassari - Via Roald Amundsen 12, 07100
  • Ufficio: Sicilia – Comiso – Ragusa - Contrada Bellona 234, 97013

P.I. 03208620132
Numero Verde. 800.92.60.16
Web site: www.sorgedil.it

Copyright © Sorgedil 2019

Torna ai contenuti